Nuova legge a tutela dell’acquirente: il deposito prezzo dal notaio.

Fotolia_158981220_XS

Acquistare casa è un passo molto importante ed è giusto prendere le dovute precauzioni. La legge sulla Concorrenza (n.124/2017) ha predisposto il cosiddetto “deposito prezzo dal notaio”.

Dal 29 agosto 2017 infatti si potrà scegliere di depositare il saldo dell’immobile al notaio e sarà quest’ultimo poi a trasferire il denaro al venditore una volta effettuate tutte le verifiche e dopo aver trascritto la vendita

La nuova normativa sancisce diversi principi fondamentali:

  • È sufficiente che il deposito prezzo venga chiesto da una delle parti; il notaio non potrà rifiutarsi e dovrà tenere in deposito il saldo fino a quando non sia eseguita la formalità pubblicitaria, con la quale si perfeziona l’acquisto.

  • Il venditore sarà sicuro di incassare la somma che gli spetta tranne sé sopraviene un evento pregiudizievole (ipoteca, sequestro, pignoramento etc.) di cui lui stesso è causa.

  • L’importo sarà custodito su un apposito conto e non potrà essere utilizzato per altri fini (es. problematiche personali del notaio quali pignoramenti, comunione dei beni etc.).

  • gli interessi maturati spettano allo Stato e saranno destinati ad un fondo per piccole e medie imprese.

  • Questa normativa si applica anche alle contrattazioni già in corso, in cui il preliminare è stato concluso prima del 29 agosto. Sarà compito dell’agente immobiliare informare i propri clienti.

 

 

L’Oltrepò Pavese e le sue ricchezze, un luogo idea...
B&B: che cos’è e come aprirlo.