Perché comprare casa nel quartiere Maggiolina di Milano

Acquistare casa in zona Maggiolina è il sogno di molte persone. Comfort, tranquillità, servizi, verde pubblico e immobili affascinanti sono solo alcune delle parole chiave che meglio descrivono questo quartiere di Milano, che si trova poco lontano dal centro, nascosto al caos della metropoli e ai grandi flussi di traffico.

C’è chi cerca un appartamento o una villetta da queste parti perché vuole trasferirsi con la famiglia in un contesto urbano tuttora rispettoso della qualità della vita, chi invece si rivolge a noi perché ha un capitale da investire nell’acquisto di un bilocale o trilocale: due esempi, questi, che da soli restituiscono le prime coordinate della domanda di case nel quartiere Maggiolina, ma non la esauriscono del tutto.

Ogni giorno, infatti, si rivolgono alla nostra agenzia persone che per i motivi più svariati sono alla ricerca di appartamenti inseriti in un contesto signorile, dove poter vivere serenamente anche con bambini e cani, ben servito e comodo per raggiungere il centro.

E ogni giorno noi di Volpi Case rispondiamo con la consueta professionalità alle richieste di chi ha deciso di vivere in un quartiere prestigioso, non lontano dal centro ma in qualche modo appartato, protetto. Tranquillo e vivibile.

Anche per questo motivo, abbiamo realizzato una guida dedicata a tutti coloro che vogliono acquistare una casa o un appartamento in Maggiolina. Elencheremo i principali motivi per cui – secondo noi – si tratta di un’ottima scelta ma, soprattutto, forniremo tutte le informazioni necessarie per muoversi in modo corretto, senza compiere errori.

Perché comprare casa nel quartiere Maggiolina di Milano

Anche se il boom edilizio del secondo dopoguerra ha reso molto labili i confini con il vicino Villaggio dei Giornalisti, di fatto facendoli sparire in alcune vie a ridosso della ferrovia per Monza, il quartiere Maggiolina di Milano non ha mai perso la propria identità.

In origine i confini della Maggiolina erano delimitati da via Melchiorre Gioia, via Stresa, via Timavo e Via Muzio. Il nome del quartiere deriva da una Cascina (“La Maggiolina”) che anticamente era adagiata lungo le rive del Seveso, e la cui origine remota è testimoniata dall’esistenza di alcuni documenti che la nominano, datati 1600. Demolita negli anni ’20 del XX secolo, della Maggiolina oggi rimane traccia esclusivamente nel nome della “via della Maggiolina”. 

È una zona di Milano completamente residenziale, fatta di case basse quasi mai più alte di due piani – immerse nel verde, in un contesto silenzioso e tranquillo. L’ideale per chi vuole godersi i vantaggi del vivere in città, senza però doversi accollare condomini sovraffollati, traffico, mezzi pubblici, folla.

A partire dagli anni ’60, i confini della Maggiolina si sono allargati fino a comprendere il Villaggio dei Giornalisti, oasi di pace e tranquillità immersa nel verde, formata da piccole palazzine di 2 piani che si mescolano a splendide ville con giardini privati, passando per Via Cagliero, vero polo commerciale della zona. Noi abitanti del quartiere, nati negli anni ’60 e ’70, abbiamo sempre chiamato Maggiolina proprio il Villaggio dei Giornalisti, compresi i giardini di Piazzale Farina, l’oratorio S.A. Merici sino ad arrivare appunto a piazza Carbonari e ai confini della vecchia cascina Maggiolina.

Le case a igloo e le case a fungo della Maggiolina

Ma la Maggiolina è anche altro. All’indomani della Seconda Guerra Mondiale, è stata il quartiere di Milano che più di tutti ha saputo accogliere e ospitare istanze di sperimentazione architettonica, fino ai confini con l’avanguardia. Pensiamo alle case a igloo di via Lepanto, costruite nel 1946 dall’ingegner Mario Cavallè, che importò dagli USA la tecnica di ostruzione e, evidentemente, il concetto abitativo alla base di un alloggio così stravagante. In origine le case a igloo erano 12: oggi ne rimangono 8, costruite grazie alla geniale intuizione di realizzare un sistema a volta fatto di mattoni a losanga, così da poter dare vita ad ambienti indipendenti dalla struttura portante dell’edificio, che rimane di forma praticamente semisferica.

Ma la Maggiolina ha ospitato anche due case a fungo, demolite negli anni Sessanta dal nipote dell’ingegnere che le aveva costruite. Diversamente dalle case a igloo, queste abitazioni – ispirate nella forma e nel colore all’Amanita muscaria – si sviluppavano su due piani: uno più ristretto alla base, e uno più ampio sulla sommità.

Perché abitare alla Maggiolina?

Nonostante la Maggiolina sia un quartiere che non gode dell’hype di zone come i Navigli, Brera o Isola, la domanda di case o appartamenti in vendita non accenna a calare. Lo sappiamo molto bene, in quanto la nostra scelta di proporci al mercato come agenzia immobiliare specializzata nel quartiere Maggiolina deriva anche dal fascino che questa zona suscita in noi, come nelle numerose persone che ogni giorno ci contattano o ci passano a trovare nel nostro ufficio di via Cagliero per chiederci informazioni o visionare le soluzioni in quel momento a disposizione.

Diremo alcune cose con la stessa trasparenza con cui le spieghiamo ai clienti che incontriamo quotidianamente: la Maggiolina oggi è una certezza. Che si tratti di una scelta abitativa mossa dalla convinzione di voler andare a vivere in un posto verde, ben servito, dove si respira ancora l’atmosfera del quartiere, oppure dal desiderio di realizzare un investimento immobiliare importante e dal ritorno praticamente certo, questo quartiere rappresenta una garanzia. Il fascino anglosassone di alcuni scorci, la tranquillità e i buoni rapporti di vicinato, ma anche e soprattutto la certezza di acquistare un bene che offre ampie garanzie a livello immobiliare, sono solo alcuni dei motivi che spingono sempre più persone a cercare un appartamento o casa in vendita nel quartiere Maggiolina.  

Certo, non è facile. L’offerta è meno abbondante che in altri quartieri e la domanda, al contrario, è molto alta. Ma con la giusta determinazione e, soprattutto, con un partner affidabile che conosce il quartiere, lavora in esclusiva e ha a disposizione le migliori soluzioni del mercato, un sogno può non essere necessariamente un’impresa.

Abitare in Maggiolina: quanto costa comprare una casa?

Quanto a prezzi medi, il quartiere Maggiolina di Milano sta seguendo un andamento piuttosto singolare: il costo per metro quadro è in aumento, questo sì, ma molto meno rispetto ad altri quartieri signorili. Stando alle ultime rilevazioni i prezzi oscillano tra i 2.700 e i 4.700 euro per metro quadro, in lieve ripresa dopo lo shock immobiliare che il mercato aveva conosciuto almeno fino al 2016 compreso.

Questo vuol dire che un bilocale in vendita può costare poco più di 200 mila euro, un prezzo che per Milano – e soprattutto per una zona signorile come la Maggiolina – non è molto.

Ma quali sono le abitazioni più richieste da chi vuole trasferirsi in Maggiolina? Anche in questo caso la classifica è molto particolare, con i bilocali da una parte e gli appartamenti di grandi dimensioni dall’altra, a guidare la classifica: spesso le richieste dei clienti riguardano soluzioni abitative superiori ai 120-150 metri quadri. 

A chi rivolgersi per comprare casa nel quartiere Maggiolina

Volpi Case è un’agenzia immobiliare fatta di professionisti con una lunga esperienza nel settore. Lavoriamo su tutta Milano, in Sardegna e in alcune località del Nord Italia. Eppure, nonostante il nostro bacino di attività sia molto esteso, il nostro cuore rimane qui: in Maggiolina. Il quartiere dove siamo cresciuti, dove abbiamo mosso i primi passi – e non parliamo solo di “passi” legati alla professione. Conosciamo questa porzione di Milano come solo chi ci è nato e l’ha vissuta per la maggior parte della vita. Anche per questo motivo, conosciamo nel dettaglio il mercato immobiliare e siamo in grado di offrire una consulenza personalizzata, oltre che una serie di servizi dedicati a chi deve vendere o comprare casa, seguendo il cliente durante tutto il processo di vendita o affitto.