Quali sono i trend del settore immobiliare nel 2021?

Se prima che esplodesse la pandemia il mercato immobiliare italiano, relativamente alle compravendite, sembrava aver conosciuto una battuta d’arresto, bisogna notare che, tutto sommato, il 2020 non è stato così drammatico come si temeva. Diverse trattative avviate nei mesi precedenti sono infatti giunte a conclusione proprio durante il lockdown.

Se da un lato ci sono diversi elementi che fanno ben sperare riguardo una ripresa delle vendite, dall’altro lato si è verificato un brusco calo degli affitti, evidente soprattutto nelle grandi città. In località come Milano e Bologna, popolate in larga parte da universitari e lavoratori fuorisede, è rimasto disponibile addirittura più del 200% degli appartamenti rispetto all’anno precedente.

Già nella seconda parte del 2020, i prezzi delle case hanno ripreso a salire, cosa che fa ben sperare nell’andamento del mercato per il 2021. Probabilmente, la ripresa avverrà in modo lento e graduale e riguarderà alcuni settori molto più di altri.

D’altra parte, come vedremo, uno dei principali trend del settore immobiliare che caratterizzeranno il 2021 sarà la tipologia di immobili più ricercati: stanze e appartamenti spaziosi, in grado di soddisfare i bisogni nati durante la pandemia, primo fra tutti quello dello smart working. Starà ai costruttori riuscire ad andare incontro a tali nuove esigenze, proponendo immobili ed edifici adatti allo scopo e a prezzi tutto sommato accessibili.

Trend settore immobiliare: quali scenari per il 2021?

Il mercato immobiliare sembra essere pronto alla ripresa del 2021. A sostenerlo sono diversi esperti: per Scenari immobiliari, ad esempio, i tassi di interesse dei mutui dovrebbero continuare a rimanere bassi per effetto delle politiche delle banche centrali. Probabilmente, già a partire dalla primavera, il mercato immobiliare potrebbe crescere di oltre il 7%, tornando quasi ai livelli degli anni scorsi. Una crescita che dovrebbe riguardare quasi tutti i comparti.
Vediamo quali sono e saranno i principali trend del settore immobiliare del 2021.

Quali case cercano gli italiani nel 2021

Come accennato all’inizio, numerosi studi compiuti negli ultimi mesi dagli istituti di ricerca e analisi sul mercato immobiliare hanno evidenziato delle novità nelle intenzioni d’acquisto degli italiani.

Gli appartamenti più cercati adesso sono ampi, possibilmente con uno spazio esterno (balcone o giardino) e che possono prevedere degli ambienti da adibire a studio o postazioni per smart working. Anche la geografia è cambiata: le nuove esigenze sorte durante il 2020 hanno spinto il ripopolamento di zone periferiche, campagne e piccoli centri abitati. Chi per anni si è trasferito nelle grandi città del nord Italia per motivi di lavoro, con la pandemia ha visto concretizzarsi l’opportunità di proseguire il proprio impiego da remoto, con la possibilità di tornare alla propria città d’origine.

Negli ultimi tempi (e soprattutto a partire dall’estate 2020), molti italiani hanno iniziato a cercare appartamenti più grandi (trilocali invece di bilocali) anche quando in condivisione. Questo non solo per rispetto delle esigenze di privacy e tranquillità dettate dal lavoro da casa, ma anche per poter godere di spazi più ampi per la propria quotidianità.

Il mercato degli affitti, che come abbiamo detto ha conosciuto un forte rallentamento, con molta probabilità comincerà a tornare a regime a partire dal 2022, se le condizioni lavorative ed economiche torneranno a essere favorevoli agli spostamenti in sicurezza delle persone.

Dati contrastanti

Tuttavia, alcuni dei dati riguardanti i trend del settore immobiliare nel 2021 sono in contrasto. Come riportato da Corriere.it, nonostante, infatti, ci sia chi come Scenari Immobiliari intravede delle possibilità di ripresa, vi è anche chi, come Nomisma, vede nel 2021 un ulteriore calo dei finanziamenti bancari nel comparto residenziale (si parla addirittura di oltre 5 miliardi di euro). Questo implicherebbe un notevole abbassamento delle opportunità di acquisto per le famiglie.

Per Scenari Immobiliari, nel post pandemia vedremo una crescita della domanda di appartamenti come quelli profilati nel paragrafo precedente di questo articolo, soprattutto in zone periferiche e piccoli centri. Nel frattempo, cambierà il ruolo delle seconde case, che, da residenze turistiche, per molti smart workers diverranno abitazione principale.

Faccio bene a comprare casa nel 2021?

Tirando le somme, sembra che il 2021 abbia tutte le carte in regola per poter essere l’anno giusto in cui comprare casa. Vediamo alcuni dei principali motivi riportati da Trend-online:

  • Il primo è sicuramente il piano di agevolazioni e detrazioni messo a punto dal Governo per incentivare gli acquisti: l’ecobonus al 110% per interventi che aumentano la classe energetica degli immobili, il bonus facciate al 90% e il bonus ristrutturazione confermato al 50%.
  • Un altro ottimo motivo per acquistare casa nel 2021 è poter ottenere un mutuo a tassi di interesse molto bassi, grazie all’abbattimento dei tassi di deposito operato dalla Banca Centrale Europea.

Grazie al Decreto Crescita, giovani coppie, genitori single con un minore a carico e precari di età inferiore ai 35 anni potranno usufruire del Fondo di Garanzia di Consap sui mutui per l’acquisto della prima casa. Il fondo prevede fino al 50% della copertura del valore dell’immobile per chi dimostra di possedere i requisiti richiesti.

Vi ricordiamo che nel caso siate interessati ad acquistare casa a Milano siamo disponibili a fornirvi tutte le informazioni e il supporto necessari alla conduzione della trattativa.

Volpi Case è infatti l’agenzia di riferimento per il mercato immobiliare milanese e, in particolare, del quartiere Maggiolina.