Arredamento ecosostenibile, idee per una casa amica dell’ambiente

Negli ultimi anni, una delle scelte più ricorrenti dei nostri clienti che hanno da poco acquistato un immobile e sono in procinto di arredarlo prevede l’uso di mobili e accessori a basso impatto ambientale.

Un’attenzione che può manifestarsi in molti modi a partire dalla preferenza per oggetti di seconda mano a quella di prodotti in materiali naturali, dall’acquisto di elettrodomestici a basso consumo fino all’installazione di un impianto fotovoltaico domestico. L’intento non è solo quello di compiere un’azione virtuosa quanto doverosa nei riguardi dell’ambiente ma è anche quello di fare una scelta per la salute e il benessere della propria famiglia, prediligendo materiali e oggetti di derivazione naturale e quindi atossici.

Inoltre, la riduzione dell’impatto ambientale di un appartamento comporta notevoli risparmi anche dal punto di vista economico, un ulteriore buon motivo per scegliere un arredamento ecosostenibile per la propria casa.

Come arredare casa in modo ecologico

Ecco una lista di consigli che trae spunto dalla nostra esperienza nel settore immobiliare al fianco delle famiglie e che vi suggeriamo di mettere in pratica nel caso in cui vogliate favorire il risparmio energetico della vostra abitazione.

Installazione di un impianto fotovoltaico

Una prima, importante scelta sostenibile per la casa consiste nell’installazione di un impianto fotovoltaico per la produzione dell’energia elettrica necessaria al fabbisogno domestico.

Una scelta che, oltre a essere green, comporta altri numerosi vantaggi, come poter usufruire delle detrazioni previste dallo Stato per interventi di questo tipo (a questo proposito, vi invitiamo a leggere la nostra guida agli incentivi per la ristrutturazione di casa). O, ancora, la notevole riduzione dei costi in bolletta e il miglioramento dell’efficienza energetica dell’appartamento. Un elemento, quest’ultimo, che innalzerebbe il valore economico dell’immobile qualora si decidesse di venderlo o darlo in locazione.

Dal punto di vista ambientale, installare un impianto fotovoltaico in casa significa ridurre drasticamente le emissioni prodotte dai propri consumi, favorire il risparmio energetico, realizzare un tipo di impianto poco impattante nei confronti del paesaggio circostante e, infine, poter contare su una produzione di energia del tutto indipendente e autonoma.

Scegliere materiali green

Un arredamento ecosostenibile passa anche per la scelta dei materiali con i quali sono realizzati oggetti, mobili e accessori.

Tra tutti, il legno è in assoluto il materiale più green che ci sia, ovviamente solo nel caso in cui provenga daforeste certificate FSC (Forest Stewardship Council) e prodotto secondo standard adeguati.

Esistono anche altri materiali amici dell’ambiente che possiamo scegliere per arredare la nostra casa: ad esempio, il marmo, il bambù o il cartone. Tutti naturali, atossici e dunque assolutamente non pericolosi per la salute. Per tessuti e tappezzerie si può optare per prodotti realizzati in lino, canapa o con fibre derivate dal bambù, tutti materiali 100% naturali.

Verniciatura ecologica

È possibile essere green e adottare comportamenti responsabili anche quando si desidera apportare qualche cambiamento in casa. Mettiamo che vogliate cambiare la carta da parati o ritinteggiare le pareti del salotto: sappiate che esistono, in entrambi i casi, delle soluzioni rispettose dell’ambiente.

Le vernici naturali sono principalmente quelle a base d’acqua che, oltre a non inquinare in quanto prive di sostanze nocive, sono anche inodore e rispettose della salute. Sono infatti biodegradabili e, a differenza delle vernici classiche, non contengono composti organici volatili (altrimenti detti VOC) che, se inalati, a lungo andare possono causare fastidiosi disturbi respiratori. Le pitture naturali, che provengono principalmente dalle piante, oltre a essere rispettose dell’ambiente consentono alla parete di traspirare riducendo le possibilità di accumulo dell’umidità.

Per quanto riguarda la carta da parati, oggi sul mercato sono presenti numerose aziende produttrici di modelli con fantasie trendy e assolutamente atossici, in quanto derivati dalle fibre vegetali.

Illuminazione naturale o a LED

L’illuminazione ricopre un ruolo fondamentale nella scelta di un arredamento ecosostenibile. Pensiamo infatti alle enormi quantità di energia elettrica che viene consumata nella vita quotidiana: oltre ai computer, la televisione e la lavatrice, vi sono degli elettrodomestici che rimangono in funzione 24 ore su 24 come, ad esempio, il frigorifero. Se a questo aggiungiamo i consumi derivati dall’illuminazione degli ambienti non è difficile intuire quanto possa essere elevato il nostro impatto ambientale e quanto possano lievitare i costi in bolletta.

Come illuminare la casa in modo green? Innanzitutto, facendo in modo di sfruttare al massimo la luce naturale e valorizzandola scegliendo tendaggi, arredi e vernici per le pareti dalle tinte chiare e luminose.

Per quanto riguarda la luce artificiale, occorre dosarla bene a seconda degli spazi e delle esigenze: una scrivania o un tavolo da lavoro devono assolutamente ricevere una luce intensa e diretta per non affaticare la vista. Le aree della casa adibite al relax e all’accoglienza degli amici possono essere illuminate in modo più creativo e meno intenso ma sempre con un occhio di riguardo ai consumi.

Attualmente, la tecnologia che consente di ottenere il miglior risparmio energetico è quella delle lampade a LED, perfette per illuminare l’ambiente in modo uniforme. I LED sono fatti anche per durare più a lungo di altre lampade, sono più resistenti e non necessitano quasi di manutenzione. Rappresentano quindi la scelta ideale, nonché la soluzione più versatile, quando si desidera arredare una casa in modo ecologico.

L’uso degli elettrodomestici

Se un tempo acquistare degli elettrodomestici green significava dover spendere cifre piuttosto consistenti, oggi non è più così. Esistono numerose ditte produttrici di elettrodomestici a ridotto impatto ambientale presenti sul mercato con prezzi tutto sommato accessibili.

Per essere certi di acquistare degli elettrodomestici il più possibile rispettosi dell’ambiente occorre scegliere prodotti con la classe energetica più alta, ossia la A (da marzo 2021, infatti, la classificazione che vede la classe A+++ come la più alta non sarà più in auge). Questo non solo consente di contenere i consumi ma favorisce una notevole riduzione dei costi in bolletta.

A questa scelta è bene accompagnare comportamenti virtuosi come, ad esempio, l’avvio di lavatrici e lavastoviglie solo a pieno carico, la scelta di programmi “Eco” e il rispetto degli orari di utilizzo “agevolati” come previsto delle tariffe del contratto con il proprio fornitore di energia elettrica. Infine, ricordatevi di spegnere gli elettrodomestici e di non lasciarli in stand by per evitare che continuino a consumare.

Riciclo creativo, oggetti di recupero e arredi vintage

Oggi, con l’aumento della sensibilità nei confronti dell’ambiente sono notevolmente cresciute anche le opzioni di scelta per un arredamento ecosostenibile per la propria casa. Per non impattare eccessivamente sul budget familiare con l’acquisto di mobili nuovi è possibile, infatti, scegliere arredi e accessori di seconda mano. Ci sono tanti siti web che propongono lo scambio, la cessione o la vendita di prodotti ai quali ridare una nuova vita. Lo stesso dicasi per i tanti mercatini dell’usato o di mobili vintage e di antiquariato che è possibile reperire quasi in ogni città.

Infine, una scelta che unisce l’intento ambientale con la creatività è quella di cimentarsi con bricolage,decoupage e riciclo di oggetti e mobili vecchi, ma ancora perfettamente intatti, con l’intento di trasformarli in qualcosa di nuovo e funzionale. L’importante, quando si decide di utilizzare mobili di seconda mano e da riciclo, è assicurarsi che non contengano materiali tossici per la salute o che non siano stati realizzati secondo modalità non ecosostenibili.

Il team di Volpi Case è a vostra completa disposizione per ulteriori suggerimenti e per fornire consulenza e supporto nel caso in cui siate interessati all’acquisto di una casa a Milano o alla vendita di un immobile.