Come scrivere un annuncio immobiliare

Chi desidera cimentarsi con la vendita o la locazione della propria casa senza richiedere l’aiuto di un’agenzia immobiliare dovrà curare ogni aspetto della trattativa. Uno dei primi passi da compiere è certamente la redazione dell’annuncio tramite il quale si presenta l’immobile ai potenziali interessati.

Scrivere un annuncio immobiliare per proporre la propria casa in vendita o in affitto non è così semplice come sembra. Non bisogna infatti rischiare di annoiare o di passare inosservati. Ci sono quindi alcune accortezze da prendere per essere certi di aver redatto un testo appropriato che riporti i contenuti giusti e risulti ben scritto.

Qui di seguito ecco un elenco di consigli su come scrivere un annuncio immobiliare efficace ed esaustivo.

Consigli per scrivere annunci immobiliari efficaci

Dall’individuazione del target giusto alle regole per produrre una descrizione pertinente e puntuale. E, ancora, dallo stile da adottare fino alle tecniche per realizzare delle fotografie accattivanti con le quali attirare l’attenzione. Ecco i nostri suggerimenti per presentare il proprio immobile nel modo più opportuno.

Il target

A ogni appartamento il suo target. A seconda, infatti, che si tratti di un bilocale o di un quadrilocale, o di un appartamento in periferia o in pieno centro storico, l’immobile da descrivere nell’annuncio attrarrà un target diverso di potenziali acquirenti/affittuari. Ad esempio: un appartamento con diverse stanze da letto, collocato vicino a una zona universitaria potrebbe interessare agli studenti. Un bilocale in una zona comoda e vicina a tutti i servizi potrebbe far al caso di un professionista o una giovane coppia di lavoratori.

Una volta individuato il target per il proprio immobile bisogna riuscire a evidenziare nell’annuncio tutte le caratteristiche che renderanno la casa interessante proprio per quella determinata categoria di utenti.

Il titolo

Nella stesura di un annuncio immobiliare, che si tratti di vendita o di locazione, il titolo ha un ruolo molto importante. Specie perché molti lettori, di fronte a un titolo poco accattivante o convincente, passano oltre senza soffermarsi sulla descrizione dell’immobile.

Pertanto, anche quando si scrive il titolo dell’annuncio bisogna tenere a mente il target a cui ci si rivolge e individuare un testo che, oltre a riassumere l’essenziale in poche parole, sappia anche in qualche modo attirare l’attenzione. Il titolo deve quindi saper caratterizzare l’immobile ma anche catturare l’interesse di chi legge.

I contenuti

I nostri consigli su come scrivere un annuncio immobiliare proseguono con il cuore dell’annuncio stesso, ossia la descrizione dell’appartamento.

Questa deve essere accurata, puntuale ed esaustiva, ma mai prolissa, eccessivamente poetica, personale o troppo ironica. Bisogna andare dritti al punto, sempre per evitare che il lettore si annoi e passi oltre.

La descrizione deve contenere tutte le informazioni essenziali che caratterizzano l’immobile, quindi: la metratura, il numero di stanze, il piano in cui si trova, se è presente l’ascensore, se è arredato o meno, se c’è il balcone, se è dotato di cantina e/o garage e/o posto auto, e così via.

Oltre alle informazioni sull’immobile, è bene accennare anche alla sua ubicazione: se il quartiere in cui si trova è in centro o periferia, se è tranquillo e ben servito dai mezzi pubblici, se in zona ci sono negozi e supermercati, se è circondato dal verde.

Ulteriori specifiche riguardano la classe energetica dell’edificio e, ovviamente il costo. Se parliamo di un appartamento in locazione, nell’annuncio è bene indicare il canone mensile richiesto e le eventuali spese condominiali.

In generale, è chiaro che l’obiettivo della descrizione dell’immobile è esaltarne gli aspetti positivi (come, ad esempio, la presenza di un ripostiglio, o la vicinanza a zone strategiche e comode) ma anche le particolarità (dalla finestra si può godere di un bel panorama sulle colline? C’è la piscina condominiale? C’è un servizio interessante messo a disposizione dal condominio come, ad esempio, i distributori per l’acqua potabile o la vigilanza notturna?).

Tuttavia, la trasparenza è un altro requisito fondamentale per un annuncio: se da un lato, infatti, occorre esaltare i vantaggi dell’immobile, dall’altro lato è pur vero che non bisogna nascondere o mentire sulle cosiddette note dolenti. Se l’annuncio ha taciuto un aspetto negativo, il potenziale acquirente o affittuario che viene a visitare l’appartamento se ne accorgerà immediatamente e ne resterà deluso.

Lo stile

Per scoprire come scrivere un annuncio immobiliare efficace bisogna tener d’occhio tanto i contenuti quanto lo stile. Ecco alcuni consigli in merito:

  • Come accennato, non bisogna correre il rischio di dilungarsi in argomentazioni prolisse o eccessivamente poetiche, ma usare frasi concrete che rendano bene l’idea e trasmettano un’immagine realistica della casa. Chi legge deve non solo sentirsi incuriosito ma addirittura deve essere portato a desiderare di aver già firmato il contratto.
  • Anche il linguaggio deve essere concreto e soprattutto chiaro, quindi bando ai tecnicismi che potrebbero non essere alla portata di tutti.
  • È meglio usare frasi brevi, semplici e non troppo articolate, affinché l’annuncio sia di facile lettura e comprensione per tutti.
  • Infine, è bene che chi scrive l’annuncio, prima di pubblicarlo si assicuri di non aver commesso errori grammaticali o aver lasciato dei refusi.

Foto e video

Le foto sono un altro elemento essenziale di un annuncio immobiliare. Permettono infatti di tradurre in immagini ciò che la descrizione esprime a parole e, soprattutto, di dare al lettore una prima idea riguardo alla casa.

Ecco perché occorre che le foto siano presenti nell’annuncio e siano anche ben fatte. Se non si dispone del supporto di un fotografo professionista, bisogna cercare di mettere in pratica quelle poche regole basilari, come:

  • Evitare di fare le foto nelle ore più buie
  • Mettere in ordine l’ambiente e le stanze prima di scattare
  • Eliminare le immagini mosse o non a fuoco, così come quelle eccessivamente storte
  • Eseguire correttamente e in modo pertinente il ritaglio dell’immagine.
  • Modificare un minimo le fotografie per migliorare la luminosità, i colori e la nitidezza.

È importante anche ricordarsi di inserire la planimetria dell’immobile nella gallery. In questo modo, il potenziale acquirente saprà già come è diviso internamente l’appartamento, dove si trovano i balconi e l’ingresso, che tipo di esposizione c’è e dove, eventualmente, è possibile intervenire con ristrutturazioni e abbattimenti di pareti.

Infine, i più esperti con la videocamera potranno cimentarsi nella realizzazione di un breve video che mostri gli interni della casa, stanza per stanza, come se si volesse condurre l’utente a fare una visita virtuale dell’appartamento.

Chiedi il supporto di un’agenzia immobiliare specializzata

Chi non fosse interessato alla vendita tra privati può chiedere il supporto di un’agenzia immobiliare esperta che conduca, passo dopo passo, l’intera trattativa in accordo con il cliente. Una volta presa visione dell’appartamento, l’agente immobiliare saprà infatti trovare le parole più adatte per descriverlo e saprà come metterne in evidenza gli aspetti più importanti per il target di riferimento. Una volta scritto l’annuncio, sarà cura dell’agente trasmetterlo nei canali promozionali più appropriati.

Volpi Case è lieta di fornire consulenza e supporto a chi intende vendere la propria casa e a chi necessita di consigli per condurre al meglio le proprie trattative in un periodo complesso come quello che stiamo attraversando.